• ambulatorio animali domestici
  • cura animali

Il mese della prevenzione

LA CURA DEI DENTI

Se il vostro amico cane ha la bocca in condizione simile a quella della prima foto in basso a sinistra sarà difficile salvargli i denti. Un tartaro di simile entità provoca una grave alitosi oltre alle malattie dovute ai batteri che dalla bocca vanno al cuore, ai reni, al fegato del cane , ed infine è possibile la trasmissione dei germi attraverso la bocca del cane a voi, tramite ad esempio il morso! Non lasciate che il vostro compagno a quattro zampe si riduca così. Regalategli la pulizia dei denti dal tartaro.

Durante la pulizia dei denti oltre a togliere il tartaro sopragengivale ovvero quello estetico che vediamo è ancora più importante asportare il tartaro sottogengivale responsabile della malattia paradontale e della conseguente retrazione gengivale con perdita del legamento e successiva caduta del dente. E' quindi importante intervenire prima possibile sottoponendo il proprio quattrozampe alla ablazione del tartaro seguita da una accurata e costante profilassi dentale a casa con spazzolino morbido e dentifricio adatto per cani.

Nauralmente la prestazione prevede la pulizia dei denti mediante ablatore ad ultrasuoni e lucidatura con micromotore e punta adatta ad asportare il tartro dalla tasca gengivale senza ledere la gengiva. Tale pratica viene effettuata in anestesia generale inalatoria con ossigeno ed isofluorano previa premedicazione a completa tutela del paziente che viene intubato per preservare le vie aeree dai liquidi ed il materiale residuo e per poter effettuare l'ablazione da protocollo rispettando i canoni della EVDS (European Veterinary Dental SocietyI).

 

Dal 1 ottobre al 31.12.2016 approfitta della campagna di igiene dentale del cane e del gatto che il nostro ambulatorio ha messo in atto per beneficiare dello sconto del 50% sugli esami preoperatori per l'ablazione del tartaro e la lucidatura dei denti. Chiama in ambulatorio allo 023559270 e fissa un appuntamento . Il costo della procedura è di 175 € comprensivo di Iva 22% ed Enpav 2% per il cane mentre 150€ per il gatto.

Apri la vetrina

Dalla stampa scientifica internazionale

Tratto da Vet-Journal

Inadeguate le procedure odontoiatriche senza anestesia

Un documento dell'EVDS spiega gli svantaggi e i rischi dell’esame diagnostico e del trattamento del cavo orale nel cane e nel gatto svegli

La European Veterinary Dental Society (EVDS) ha pubblicato lo scorso dicembre un documento che evidenzia i numerosi svantaggi e rischi derivati dall’esecuzione delle procedure odontoiatriche in cani e gatti non anestetizzati. Il documento è stato approvato e avvallato da numerose società scientifiche nazionali e internazionali di 17 paesi europei.

"Chiarimenti sulle Procedure odontoiatriche senza anestesia per cani e gatti” (EVDS)

Le malattie orali (tra cui anche le malattie dentali e parodontali) sono certamente da considerarsi fra i problemi medici più comuni e importanti per gli animali da compagnia nel Regno Unito e in Europa. Un trattamento efficace di tali malattie costituisce una parte importante nel mantenimento della salute generale degli animali. L’esame parodontale e una detartrasi professionale (ablazione di placca e tartaro e lucidatura) sono elementi essenziali del trattamento.

La zona più importante da esaminare e pulire in modo efficace è il solco gengivale o tasca parodontale. Con questi termini si identifica l’area al di sotto della gengiva che circonda il dente. I delicati tessuti parodontali che connettono il dente all’osso possono essere facilmente danneggiati. Ciò può causare dolore e la perdita del dente. La rimozione della placca e del tartaro richiede l’uso di strumenti affilati e/o di ablatori a ultrasuoni raffreddati da getti d’acqua. Piccoli movimenti incontrollati della testa dell’animale durante queste procedure possono facilmente determinare lesioni alle strutture parodontali. Inoltre, la pulizia al di sotto della gengiva è generalmente fastidiosa. Nell’uomo è possibile eseguire la detartrasi senza anestesia, poiché i pazienti umani cooperano volontariamente. Gli animali da compagnia non anestetizzati, invece, in genere non stanno fermi mentre sono sottoposti al trattamento.

Rimuovere semplicemente la placca e il tartaro visibile al di sopra della gengiva non è efficace o utile per trattare la malattia parodontale. Questa prassi migliora semplicemente l’aspetto dei denti, creando una falsa impressione di sicurezza nei proprietari degli animali e ciò può avere un risvolto negativo, facendo rimandare un trattamento corretto che può essere realizzato solo da un professionista veterinario.

Molti problemi orali possono essere diagnosticati solo nel corso di un esame completo effettuato in anestesia generale poiché vi sono aree della bocca che semplicemente non possono essere esaminate senza anestesia. Per esempio, certi tumori orali nelle prime fasi di sviluppo possono essere individuati solo se l’animale è sotto l’effetto di anestetici. Un ritardo nella diagnosi di questi problemi può tradursi in una maggiore difficoltà di trattamento o addirittura nell’impossibilità di cura. Inoltre molte malattie orali possono essere diagnosticate soltanto mediante esame radiografico, che può essere eseguito solo nell’animale anestetizzato.

Le moderne procedure anestesiologiche, associate ad assistenza e monitoraggio appropriati, comportano livelli di rischio molto modesti. Si può affermare quindi che i benefici di un trattamento dentale correttamente eseguito sono di gran lunga maggiori dei rischi che l’anestesia comporta. La pratica dell’intubazione – in cui un tubo porta i gas anestetici direttamente nella trachea – protegge il paziente dal rischio d’inalazione di frammenti di tartaro o dall’aerosol ricco di batteri che si crea nel corso del trattamento.

Riassumendo, “le procedure odontoiatriche senza anestesia”:
• non consentono di eseguire un esame completo del cavo orale, impedendo o ritardando la formulazione di diagnosi che potrebbero essere d’importanza vitale;
• non permettono una pulizia completa ed efficace delle aree più importanti, vale a dire quelle sottogengivali;
• possono facilmente causare danni ai tessuti che circondano i denti;
• possono causare disagio e dolore all’animale;
• possono indurre i clienti a rimandare la richiesta di un trattamento corretto ed efficace;
• se attuate sotto l’etichetta di “Trattamento Odontoiatrico”, possono essere considerate ingannevoli; salvo che i proprietari degli animali siano informati della natura inadeguata e potenzialmente rischiosa della procedura.

------------------------------------------
Questo documento è pubblicato con l’approvazione delle seguenti associazioni:
• EVDC (European Veterinary Dental College)
• EVDS (European Veterinary Dental Society)
• Specialisti in Odontostomatologia Veterinaria attualmente riconosciuti e che praticano nel Regno Unito.
• BVDA (British Veterinary Dental Association)
• FECAVA – Federation of European Companion Animal Veterinary Associations
--------------------------------------------

Anaesthesia-Free Dentistry (EVDS)


Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD
mg.monzeglio@evsrl.it

AMBULATORIO ALDO DR. POLA VETERINARIO | 2, Via Lessona - 20157 Milano (MI) - Italia | P.I. 13322560155 | Tel. +39 02 3559270   - Cell. +39 335 5943447 | Fax. +39 02 3559270 | ambvetcertosa@gmail.com | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite